Investimenti per 30 milioni di euro in 3 anni, per l’‎Arsenale‬ Militare Marittimo di ‪La Spezia‬, Piccione (‪INTESA FP‬): Anche ‎Augusta‬ necessita di una immissione di risorse sul territorio.

Arsenale Augusta

Palermo, 20 gennaio 2016:

“Apprendo dalla pagina ufficiale del Ministro Roberta Pinotti, che sono previsti grossi investimenti per l’Arsenale Marina Militare di La Spezia. Operazione che, riporto testualmente, <<rilancerà l’occupazione nello spezzino e darà nuova linfa alle aziende dell’indotto>>.
Così in una Nota, Peppe Piccione, Segretario INTESA FP in Sicilia.
Che la Forza Armata e quindi il Ministero della Difesa, abbiano deciso di potenziare lo stabilimento arsenalizio ligure, è un segnale positivo, – prosegue il sindacalista -, ma non dimentichiamo che anche il territorio siciliano ha bisogno di un rilancio dell’occupazione e di immissione in circolo di risorse economiche fruibili dall’indotto.
Non passi in secondo piano inoltre, – aggiunge Piccione -, la fondamentale e strategica importanza della Base Marina Militare di Augusta, che fornisce da sempre il supporto tecnico e logistico, per ogni operazione ordinaria e non.
Pertanto, – conclude il Segretario -, auspico che il potenziamento delle Strutture, e quindi investimenti economici consistenti, tocchino anche la Sicilia, che non si è mai tirata indietro dal fronteggiare ogni emergenza, anche se con minore numero di uomini e mezzi, rispetto alle altre Basi.”

L I N K   S T A M P A

LA GAZZETTA AUGUSTANA – 20 gennaio 2016
SIRACUSA NEWS – 20 gennaio 2016
SIRACUSA OGGI – 20 gennaio 2016
SIRACUSA ON LINE – 20 gennaio 2016

Uffici Territoriali Agenzia delle Entrate‬ in chiusura, Piccione (‪INTESA FP): Si continua a cercare risparmi ai danni di ‪‎lavoratori pubblici‬ e cittadini‬.

Agenzia Entrate

Palermo, 17 ottobre 2015:

“La spending rewiew prosegue implacabile, e come sempre senza tener alcun conto del futuro dei lavoratori coinvolti e dei disagi per i cittadini. Si persevera nel cercare risparmi improbabili e spesso illusori, quando i tagli alla spesa sarebbero da fare altrove.
Così in una Nota, il Segretario Regione Sicilia della INTESA FP, Peppe Piccione, a proposito della prossima chiusura degli UT Agenzia Entrate, che nella regione vedrà protagonisti anche Canicattì, Castelvetrano,, Milazzo, Modica, Noto e Taormina.
Sopprimere un Ufficio Pubblico – continua il sindacalista -, come già accaduto per Sezioni Distaccate dei Tribunali e Giudice di Pace, e come sarà per le Prefetture, oltra ad arrecare grossi disagi per i fruitori dei servizi, ovvero i cittadini, arreca un danno enorme a chi negli Uffici lavora. Dopo 6 anni di blocco contratti nella nella PA, e con all’orizzonte una vera e propria elemosina di circa 10 euro mensili previsti per il rinnovo, si ha il coraggio di pretendere che i lavoratori debbano affrontare ulteriori spese per poter raggiungere la nuova sede di servizio.
Servirebbero una buona dose di dignità e buon senso – aggiunge Piccione -, due qualità che purtroppo mancano a chi chiede sacrifici ai soliti, pur di non toccare ogni proprio singolo privilegio e agevolazione.
Auspichiamo – conclude il Segretario -, che il buon senso prima o poi prevalga, e si possa finalmente capire che non è vessando e colpendo le categorie più deboli, che si risanano i conti pubblici. Conti sui quali a gravare principalmente sono gli stipendi e i compensi della politica, senza dimenticare il finanziamento pubblico ai partiti.”

L I N K   S T A M P A

NUOVO SUD – 17 ottobre 2015
SIRACUSA TIMES – 17 ottobre 2015
WEB MARTE – 17 ottobre 2015

Rinnovo contrattuale PA: In Legge di Stabilità, previste dal Governo risorse per una vera e propria elemosina.

Elemosina

Qualche mese fa avevamo chiaramente preannunciato (leggi qui), quanto si sta per verificare.
Dopo 6 anni di blocco contrattuale, solo 300 milioni di euro circa, previsti in Legge di Stabilità, per il rinnovo dei contratti PA.
Per i non addetti ai lavori, sembra una gran cifra, ma tradotto parliamo mediamente di circa 10 euro di aumento mensile pro capite.
Insomma, una vera e propria elemosina.
Adesso sono ovvie e legittime, le reazioni di sdegno dei lavoratori e gli attacchi al Sindacato. Attacchi per molti versi giusti e condivisibili, ma per altri meno.
Per un momento quindi, spogliamoci delle vesti di dipendenti e indossiamo quelle di datore di lavoro, nel nostro specifico caso il Governo, e facciamo insieme questa considerazione:
“Ma perché mai, un datore dovrebbe impegnarsi a trovare risorse adeguate da investire sul personale, quando è risaputo che la protesta più forte che lo stesso personale riesce a mettere in campo, è lamentarsi in pausa caffè?”
Sembra di certo un concetto ed un pensiero atipico, se fatto da un esponente sindacale, ma è la pura e triste realtà.
Fino a che i lavoratori non cominceranno a considerare il Sindacato come uno strumento nelle loro mani, e non come un qualcosa che agisce al loro posto, il futuro sarà sempre più buio.

Giuseppe Piccione
(Segretario Regione Sicilia)

Sospensione dal servizio del Dirigente Amministrativo della Procura di Marsala, Piccione (INTESA FP): Si predica bene e si razzola male. Stop all’autocertificazione degli orari di lavoro per dirigenti ed equiparati.

Legge uguale per tutti

Palermo, 01 ottobre 2015:

“Apprendiamo dalla stampa dei gravissimi reati imputati all’ex Dirigente Amministrativo della Procura di Marsala, Antonella La Monica.
Questo il commento del Segretario INTESA FP in Sicilia, Peppe Piccione, dopo aver letto la notizia.
Da sempre – aggiunge il sindacalista -, dichiariamo pubblicamente e nelle Sedi Istituzionali, la nostra piena contrarietà alla consuetudine autorizzata di autocertificare le proprie prestazioni lavorative da parte dei dirigenti ed equiparati, nella PA.
La domanda è stata sempre la stessa: Chi controlla i controllori?
E questa vicenda, se i reati venissero confermati, sarebbe la dimostrazione di quanto contestiamo da sempre.
Inoltre – continua Piccione -, La Monica rappresenterebbe il tipico esempio italiano di <<predicare bene e razzolare male>> .
L’esperienza lavorativa della Dirigente in questione, ci racconta di una ricerca certosina della precisione in termini di orari e di fruizione di permessi, ma lo stesso a quanto pare, non sarebbe valso per lei.
Pertanto – conclude il Segretario -, auspichiamo che quanto accaduto, se accertato in via definitiva, sia da spunto per far capire che una Pubblica Amministrazione, i cui vertici sono al di fuori di un serio controllo, non può continuare a esistere e che non si può attendere di scoprire queste aberrazioni per capire che c’è la necessita di una seria ricognizione dell’attività dirigenziale”.

L I N K   S T A M P A

LA GAZZETTA TRAPANESE – 01 ottobre 2015

Piccione (INTESA FP): Su Maxcom Augusta abbiamo avuto rassicurazioni positive, ma da chi non ci saremmo aspettati.

cropped-cropped-cropped-IMG_20150516_1020161.jpg

Palermo, 28 settembre 2015:

“Abbiamo appreso solo qualche giorno fa e direttamente da fonti dell’Azienda Maxcom stessa, che le autorizzazioni alle emissioni sono state regolarmente rinnovate in sede di Conferenza dei Servizi tenutasi lo scorso 2 settembre  a Siracusa.
Questo quanto comunica  in una Nota il Segretario INTESA FP in Sicilia, Peppe Piccione.
La notizia ci rassicura – continua l’esponente del sindacato – , dato che se le autorizzazioni sono state confermate, è naturale pensare che tutti i parametri previsti dalle vigenti normative, sono rispettati.
Riteniamo – aggiunge Piccione -, che magari avremmo potuto ricevere tale informazione da chi abbiamo fin da subito coinvolto e che al tavolo della CdS ha partecipato esprimendo parere favorevole, ovvero il Comune di Augusta rappresentato per l’occasione dal neo nominato Consulente Ambientale.
Prendiamo atto quindi – conclude il Segretario -, della scelta dell’Amministrazione Comunale di non aggiornarci sui risvolti come richiesto, e ringraziamo invece chi ha tenuto ad incontrarci e fornirci informazioni di cui eravamo purtroppo totalmente all’oscuro.”

L I N K   S T A M P A

LA GAZZETTA AUGUSTANA – 01 ottobre 2015
NUOVO SUD – 29 settembre 2015
SIRACUSA NEWS – 29 settembre 2015
SIRACUSA OGGI – 29 settembre 2015
SIRACUSA TIMES – 29 settembre 2015
WEB MARTE – 29 settembre 2015

MAXCOM Augusta: Intervista al Segretario Regione Sicilia INTESA FP a FM ITALIA – 18.09.2015

cropped-393771662161-14136524381.jpg

AUDIO DELL’INTERVISTA:

Questione MAXCOM Augusta, Piccione (INTESA FP): L’Assessore Regionale Maurizio Croce, da riscontro alla nostra richiesta di intervento.

Maxcom1

Palermo, 16 settembre 2015:

“Dopo l’Amministrazione comunale di Augusta, anche l’Assessore Regionale Territorio e Ambiente, ha dato riscontro alla nostra Nota del 26 agosto, trasmettendo la stessa al Dirigente Generale del Dipartimento Ambiente e al Direttore dell’ARPA, per le azioni di competenza.
Questo quanto comunica il Segretario Regione Sicilia della INTESA FP, Giuseppe Piccione, appena preso visione della Nota.
Un altro passo avanti è stato fatto, – continua il sindacalista -, controlli e monitoraggi sulla salubrità dell’aria e delle sostanze inquinanti nella zona circostante il Deposito MAXCOM, e visite ispettive, verranno effettuati su più fronti e congiuntamente. Tutto ciò in attesa di sapere se l’autorizzazione alle emissioni verrà rinnovata o meno.
Esterno invece il mio personale disappunto – aggiunge Piccione -, per l’assordante silenzio di chi rappresenta la Marina Militare sul territorio interessato. Un silenzio gravissimo che dimostra purtroppo quanto forse, la salute e la sicurezza dei lavoratori, non siano una priorità.
Quindi – conclude il Segretario -, attendiamo che i dati dei controlli, quando partiranno, verranno resi noti nell’interesse e a tutela non solo dei lavoratori coinvolti, ma anche della cittadinanza augustana tutta.”

L I N K   S T A M P A

RETE REGIONE – 17 settembre 2015
SIRACUSA OGGI
– 17 settembre 2015
SIRACUSA TIMES – 17 settembre 2015